News

News

Una sedia può cambiarti la vita?

Com’è noto a tutti, il corpo umano è una perfetta macchina in movimento. Con oltre 640 muscoli e 360 articolazioni, il nostro corpo è fatto per muoversi. Il movimento riveste un’importanza cruciale per tutte le attività dell’uomo ed è solo quando ci muoviamo che stiamo davvero bene.
Per i nostri antenati, l'attività fisica non era un impegno da programmare nell’ambito della routine quotidiana: era la vita stessa. Oggi, trascorriamo circa il 55% delle ore di veglia seduti alla scrivania o a tavola, in auto o sui mezzi pubblici, o di fronte a tutti i nostri schermi. Ciò rischia di compromettere la nostra salute.

Gli effetti negativi cominciano sin dall'infanzia. Mal di schiena. Tensione all’altezza del collo e delle spalle. Degenerazione dei muscoli. Problemi di peso e incapacità di concentrarsi. Negli Stati Uniti, tali sintomi vengono definiti come sindrome della Silicon Valley. I professionisti del settore sanitario lo hanno ribattezzato "il nuovo fumo". Lo stile di vita sedentario è diventato un vero problema per tutti noi, a prescindere da quanto siamo in forma o in salute.
Purtroppo, non c'è un regime di allenamento o un trattamento terapeutico in grado di contrastare gli effetti negativi legati allo stare seduti inattivi per ore e ore. Ma possiamo modificare il modo in cui stiamo seduti. Come? Continuando a muoverci. Già, il corpo umano è fatto per muoversi. Siamo fatti per piegare, dondolare, ruotare e stendere e flettere gli arti.  Un modo per fare tutto questo stando seduti è possibile: scegliendo una seduta Varier, sceglierete una sedia che si muove assieme al tuo corpo.

Il movimento è l'essenza del brand “Varier” : ogni sedia progettata è realizzata pensando al movimento. Proprio come richiede la nostra natura. Una Varier è una seduta attiva che permette alla parte superiore del corpo di essere libera, supportarsi da sola e trovare il proprio equilibrio. In questo modo, attiviamo i muscoli dell'addome e della schiena, rafforziamo il tronco e miglioriamo la postura. Piedi e gambe sono in movimento e questo stimola la circolazione. Le spalle e il petto si allargano e migliorano la respirazione profonda.

Inoltre, una seduta attiva ha il vantaggio di bruciare più calorie, aumentare la concentrazione, migliorare la circolazione sanguigna e il tono muscolare. La seduta attiva permette altresì di mantenere dritta e allineata la colonna vertebrale.

Posture scorrette quando si sta sulla sedia sono alla base di molti mal di schiena. Ecco come evitarli www.ergonomio.it

Stare seduti troppo a lungo può compromettere la salute da diversi punti di vista. Lo sa bene, ad esempio, chi fa le spese di un'intera giornata passata accomodato su una sedia con gambe e caviglie gonfie fino a far male, ma non solo. Anche la schiena può pagare le conseguenze dello stare seduti a lungo, soprattutto se lo si fa assumendo posizioni poco adatte.

Al contrario, una postura corretta può addirittura eliminare il mal di schiena anche quando si tratta di un problema ormai cronico. Ecco le 7 regole da seguire per sedersi in modo corretto ed evitare che scheletro e muscoli siano costretti in posizioni pericolose per la loro salute.

  • Tenere i piedi ben saldi a terra. Se la sedia è troppo alta per toccare il pavimento con i piedi bisogna fornirsi di un rialzo: anche una scatola può andare bene. Da evitare, invece, le posizioni a gambe incrociate e con le caviglie o le gambe accavallate. Con questi accorgimenti si eviteranno gli spasmi muscolari.
  • Tenere le ginocchia alla stessa altezza delle anche o un po' più in basso. In questo modo ossa e articolazioni tenderanno ad allinearsi in modo corretto. A trarne beneficio saranno anche i muscoli.
  • Lasciare un piccolo spazio tra la piega del ginocchio e la sedia. In questo modo si eviteranno affaticamenti dovuti all'uso poco efficiente dei muscoli.

 

  • Assicurarsi che la parte lombare della schiena riceva sostegno dallo schienale della sedia. Se dovesse rimanere uno spazio tra schiena e schienale può essere riempito con un cuscino, in modo da evitare sforzi eccessivi che possono facilmente scatenare un mal di schiena.
  • Tenere le scapole rivolte all'indietro e verso il basso. In questo modo la schiena sarà mantenuta dritta e lo stress cui sono sottoposte le articolazioni della colonna vertebrale sarà inferiore.
  • Utilizzare sedie con braccioli. In questo modo anche le braccia riceveranno il sostegno di cui hanno bisogno. Tenendo l'avambraccio in posizione parallela rispetto al pavimento si eviteranno crampi e fastidi alle mani.
  • Tenere lo schermo del computer all'altezza degli occhi e la scrivania a quella dei gomiti. In questo modo tutte le strutture dello scheletro saranno allineate e saranno sottoposte a uno stress minore.

Una volta fatte proprie queste regole non bisogna dimenticare di tenere il petto in fuori e la pancia in dentro. In questo modo la postura sarà perfetta.

La posizione al lavoro è la prima causa dei dolori alla schiena... Vieni a trovarci e scoprirai il perché

Posture scorrette quando si sta sulla sedia sono alla base di molti mal di schiena. Ecco come evitarli

Stare seduti troppo a lungo può compromettere la salute da diversi punti di vista. Lo sa bene, ad esempio, chi fa le spese di un'intera giornata passata accomodato su una sedia con gambe e caviglie gonfie fino a far male, ma non solo. Anche la schiena può pagare le conseguenze dello stare seduti a lungo, soprattutto se lo si fa assumendo posizioni poco adatte.

Al contrario, una postura corretta può addirittura eliminare il mal di schiena anche quando si tratta di un problema ormai cronico. Ecco le 7 regole da seguire per sedersi in modo corretto ed evitare che scheletro e muscoli siano costretti in posizioni pericolose per la loro salute.

  • Tenere i piedi ben saldi a terra. Se la sedia è troppo alta per toccare il pavimento con i piedi bisogna fornirsi di un rialzo: anche una scatola può andare bene. Da evitare, invece, le posizioni a gambe incrociate e con le caviglie o le gambe accavallate. Con questi accorgimenti si eviteranno gli spasmi muscolari.
  • Tenere le ginocchia alla stessa altezza delle anche o un po' più in basso. In questo modo ossa e articolazioni tenderanno ad allinearsi in modo corretto. A trarne beneficio saranno anche i muscoli.
  • Lasciare un piccolo spazio tra la piega del ginocchio e la sedia. In questo modo si eviteranno affaticamenti dovuti all'uso poco efficiente dei muscoli.
  • Assicurarsi che la parte lombare della schiena riceva sostegno dallo schienale della sedia. Se dovesse rimanere uno spazio tra schiena e schienale può essere riempito con un cuscino, in modo da evitare sforzi eccessivi che possono facilmente scatenare un mal di schiena.
  • Tenere le scapole rivolte all'indietro e verso il basso. In questo modo la schiena sarà mantenuta dritta e lo stress cui sono sottoposte le articolazioni della colonna vertebrale sarà inferiore.
  • Utilizzare sedie con braccioli. In questo modo anche le braccia riceveranno il sostegno di cui hanno bisogno. Tenendo l'avambraccio in posizione parallela rispetto al pavimento si eviteranno crampi e fastidi alle mani.
  • Tenere lo schermo del computer all'altezza degli occhi e la scrivania a quella dei gomiti. In questo modo tutte le strutture dello scheletro saranno allineate e saranno sottoposte a uno stress minore.
  • Una volta fatte proprie queste regole non bisogna dimenticare di tenere il petto in fuori e lapancia in dentro. In questo modo la postura sarà perfetta.